Documenti necessari per istruire una pratica di SUCCESSIONE

  1. Certificato di Morte.
  2. Stato di Famiglia alla data della morte.
  3. Certificato di residenza del Dante Causa.
  4. Dichiarazione sostitutiva dell’Atto Notorio con indicazione di tutti gli eredi.
  5. Rogiti di tutti gli Immobili e Terreni.
  6. Fotocopie delle Carte d’Identità e Codici Fiscali in corso di validazione del de cuius e di tutti gli eredi.
  7. Dichiarazione della Banca di eventuali Titoli, Obbligazioni, Conti Correnti e Cassette di Sicurezza alla data della morte.
  8. Dichiarazione dell’Ufficio Postale qualora fosse in possesso di Libretti, Buoni Fruttiferi e Conti Banco Posta alla data della morte
  9. Copia dell’atto di testamento definitivo validato dal Notaio o dal Tribunale, ed eventuali trascrizioni di lasciti o donazioni ivi comprese rinunce di eredità da parte di alcuni eredi.
  10. Codice iban del erede che presenta la dichiarazione di successione

N.B. Gli atti di rinuncia alla eredità da parte di alcuni eredi devono essere redatte e rilasciate dal Giudice del Tribunale Territoriale della sede di competenza.

Per qualsiasi informazione a riguardo potete rivolger Vi ai recapiti sotto indicati.
CSF Centro Servizi Fiscali Via Volpiano n. 8/a 10155 Torino tel. 011/282943 fax. 011/5363363

Scarica l’articolo in PDF

Successioni

La successione ereditaria rappresenta il passaggio del patrimonio attivo e passivo da un soggetto (deceduto) ad altri soggetti (eredi).

DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE
In presenza di immobili di proprietà del deceduto, deve sempre essere presentata la dichiarazione di successione, mentre occorre verificarne l’obbligo se esistono solo beni mobili.

La successione può essere:

  • legittima, se la persona deceduta non aveva fatto “testamento”: l’eredità si devolve agli eredi secondo il rapporto di parentela indicato dalla legge;
  • testamentaria, se il deceduto aveva predisposto un testamento: l’eredità si devolve alle persone e per le quote in esso indicate.

CHI DEVE PRESENTARE LA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE
La presentazione, che deve avvenire entro un anno dal decesso, deve essere effettuata da uno degli eredi.

In presenza di più eredi non è prevista una gerarchia nell’obbligo dichiarativo: la dichiarazione presentata da uno ha effetto per tutti gli eredi.

Il decesso di una persona presuppone per gli eredi anche altri adempimenti di varia natura quali ad esempio:

  • passaggio di proprietà dell’autoveicolo;
  • cambio di intestazione delle utenze;
  • accolli di mutuo;
  • chiusura posizioni bancarie/assicurative;
  • subentro nei contratti di locazione;
  • dichiarazione dei redditi e pagamento IMU-TASI del deceduto.