DOCUMENTI NECESSARI ALLA COMPILAZIONE DELLA Attestazione nuova DSU/ISEE 2020

  • Stato di famiglia e residenza attuale o relativa Autocertificazione veritiera
  • Copia Carta D’identità e Codice fiscale non scaduti di tutti i componenti registrati nel nucleo familiare nel 2020
  • Per studenti Universitari che devono presentare la dichiarazione DSU/Univ. per rette, mense e Borsa di Studio.
  • Redditi di lavoro dipendente o assimilato, di pensione, autonomo, gestione separata, indennità assistenziali/previdenziali e indennità di accompagnamento, redditi prodotti all’estero, borse e assegni di studio, assegni di mantenimento coniuge e figli. Documentare mod. CU o 730-Unico/2019 di tutti i componenti dello stato di famiglia relativo all’anno 2018
  • Giacenza media annua e saldo degli estratti c/c, libretti di risparmio al 31/12/2018 e relativi codici fiscali delle Agenzie di Credito e cod. abi/cab
  • Totale capitale versato su: Titoli, Obbligazioni, Azioni, Bot, CCT, Buoni Fruttiferi e Carte Prepagate, ecc… al 31/12/2018
  • Totali versamenti delle assicurazioni vita/investimento, dalla data di stipula fino al 31/12/2018, con diritto di riscatto: Agenzia e cod. abi/cab
  • Copia Visure Catastali di tutti gli immobili e/o terreni posseduti al 31/12/2018
  • Copia Residuo capitale mutuo al 31/12/2018 dei relativi immobili
  • Copia dell’ultimo Contratto di Locazione registrato, costo del canone ( senza le spese ) pagato nell’anno 2020
  • Autoveicoli, Motoveicoli e Imbarcazioni da diporto pari o superiore a 500cc, estremi di registrazione (libretto di circolazione o certificato di proprietà)
  • Carta o Permesso di soggiorno (Lungo periodo) valido per gli stranieri extracomunitari che richiedono prestazioni di Maternità e Assegno Nucleo per almeno 3 figli minori, e nuovi Bonus previsti dalla legge di Stabilità.
  • Certificato di Istanza di Invalidità pari o superiore al 67% rilasciato dall’ASL e attestato di Portatori di Handicap.

CSF Centro Servizi Fiscali Via Volpiano n. 8/a 10155 Torino tel. 011/282943 fax. 011/5363363

IMU E TASI

L’IMU è l’imposta municipale sugli immobili posseduti, inclusi terreni e aree fabbricabili. Non sono soggette a Imu l’abitazione pricipale e relative pertinenze, ad eccezione di alcune categorie come A1/ A/8 A/9.

SCADENZE:
Acconto entro il 16 giugno
Saldo entro il 16 dicembre

La TASI è la tassa sui servizi indivisibili, imposta comunale stabilita dalla legge di stabilita’ del 2014. Riguarda i servizi comunali come la manutenzione delle strade, illuminazione etc..
Deve essere pagata da chi deteiene e possiede fabbricati , aree fabbricabili, con esclusione dell’abitazione principale ad eccezione di determinate categorie come A/1 A/8 A/9.

Le scadenze di pagamento vengono deliberate da ogni singolo comune, rispettando comunque due rate semestrali e lasciando al cittadino la facoltà di versare tutta l’imposta in un unico versamento entro il 16 giugno dell’anno corrente.

Entrambe le imposte dovranno essere pagate con modello F24.

INVCIV/ ICRIC e ICLAV

Dichiarazione di responsabilità diretta a verificare il diritto all’indennità di accompagnamento, all’indennità di frequenza ed all’assegno mensile, nonché delle dichiarazioni relative alle situazioni di ricovero e di dimora all’estero per il diritto alla pensione sociale e all’assegno sociale. Come CAF ci occupiamo della elaborazione e trasmissione all’Inps per conto dei contribuenti.

RED

Dichiarazione reddituale che deve essere presentata obbligatoriamente da alcuni pensionati per il riconoscimento di particolari trattamenti o prestazioni sociali collegate al reddito. Vengono richiesti i redditi posseduti diversi dalla pensione erogata dall’INPS.
Per alcune prestazioni sono richiesti anche il reddito di coniuge e/o figli in quanto influenti al fine della prestazione.

Documenti necessari per istruire e rinnovare Bonus – Energia – Gas

Documenti necessari per istruire e rinnovare Bonus – Energia – Gas :

  1. Fotocopia della Carta d’Identità valido e Codice Fiscale del Titolare delle Utenze
  2. Copie delle Fatture dei due Gestori Enel/Gas
  3. In caso di impianto di riscaldamento centralizzato, farsi rilasciare dall’Amministratore del condominio il codice PDR condominiale e il Codice Fiscale della fornitura Gas condominiale
  4. Lettere ricevute dal Gestore SGATE per il rinnovo degli eventuali Bonus in scadenza
  5. Certificazione ASL per l’uso delle apparecchiature utilizzate da persone con Handicap gravi condizioni di salute accertate.

Scarica l’articolo in PDF

Documenti necessari per istruire una pratica di: Riconoscimento di Invalidità Civile, Aggravamento di Invalidità Civile*, Indennità di Accompagnamento

Documenti necessari per istruire una pratica di:

Riconoscimento di Invalidità Civile
Aggravamento di Invalidità Civile*
Indennità di Accompagnamento

Riconoscimento Legge 104/92 Portatore di Handicap

  1. Fotocopia della Carta d’Identità e Codice Fiscale non scaduto.
  2. Fotocopia del Verbale di Prima Istanza di Riconoscimento di Invalidità. *
  3. Certificato Medico per Invalidità Civile Trasmesso Telematicamente dal proprio medico di famiglia.
  4. Eventuale Residenza provvisoria certificata, qualora il soggetto risulti momentaneamente ricoverato, presso una Struttura Sanitaria Pubblica o Privata Convenzionale.
  5. Permesso o Carta di Soggiorno per cittadini extracomunitari, validi in corso di validità, o ricevuta della richiesta di rinnovo.
  6. Numero di telefono ed eventuale numero del telefonino obbligatorio

 

Per qualsiasi informazione a riguardo potete rivolger Vi ai recapiti sotto indicati.

CSF Centro Servizi Fiscali Via Volpiano n. 8/a 10155 Torino tel. 011/282943 fax. 011/5363363

Scarica l’articolo in PDF

Documenti necessari per istruire una pratica di SUCCESSIONE

  1. Certificato di Morte.
  2. Stato di Famiglia alla data della morte.
  3. Certificato di residenza del Dante Causa.
  4. Dichiarazione sostitutiva dell’Atto Notorio con indicazione di tutti gli eredi.
  5. Rogiti di tutti gli Immobili e Terreni.
  6. Fotocopie delle Carte d’Identità e Codici Fiscali in corso di validazione del de cuius e di tutti gli eredi.
  7. Dichiarazione della Banca di eventuali Titoli, Obbligazioni, Conti Correnti e Cassette di Sicurezza alla data della morte.
  8. Dichiarazione dell’Ufficio Postale qualora fosse in possesso di Libretti, Buoni Fruttiferi e Conti Banco Posta alla data della morte
  9. Copia dell’atto di testamento definitivo validato dal Notaio o dal Tribunale, ed eventuali trascrizioni di lasciti o donazioni ivi comprese rinunce di eredità da parte di alcuni eredi.
  10. Codice iban del erede che presenta la dichiarazione di successione

N.B. Gli atti di rinuncia alla eredità da parte di alcuni eredi devono essere redatte e rilasciate dal Giudice del Tribunale Territoriale della sede di competenza.

Per qualsiasi informazione a riguardo potete rivolger Vi ai recapiti sotto indicati.
CSF Centro Servizi Fiscali Via Volpiano n. 8/a 10155 Torino tel. 011/282943 fax. 011/5363363

Scarica l’articolo in PDF

DSU / ISEE

Oggi le famiglie hanno a disposizione l’opportunità di migliorare il loro bilancio economico con il riconoscimento del diritto di godere di prestazioni agevolate.

La DSU è (Dichiarazione Sostitutiva Unica) necessaria per calcolare l’ISEE ( Indicatore della Situazione Economica Equivalente).

Con la DSU si accede e si richiedono prestazioni come: sussidi assistenziali, socio sanitari, mensa scolastica, asilo nido, università e altro ancora. Per la sua compilazione ci si può rivolgere ad un CAF che aiuterà il contribuente nella trasmissione. A seguito dell’invio della DSU sarà disponibile dopo un periodo di 10 giorni la fascia ISEE che darà alle famiglie il diritto di accesso ai diversi benefici in base al loro reddito.

La DSU/ISEE è valida dalla data di presentazione al 15 gennaio dell’anno successivo.

Scarica l’articolo in PDF

Cos’è il Modello 730 Precompilato

Dal 18 aprile  l’Agenzia delle entrate mette a disposizione ai titolari di redditi di lavoro dipendente e di pensione, sul sito internet dell’AdE, il 730 precompilato. È detto “modello precompilato” perché sono già presenti e inseriti alcuni dati del soggetto richiedente già a conoscenza all’Agenzia delle Entrate, tra questi i modelli CU dipendenti/ pensione, gli oneri detraibili e deducibili quali i premi pagati per assicurazioni sulla vita e/o infortuni, gli interessi passivi pagati sui mutui le spese sanitarie e le spese di istruzione le cui registrazioni sono state inviate già all’AdE da parte dei soggetti preposti .

Il contribuente può accedere direttamente alla propria dichiarazione precompilata ed accettarla o modificarla, se in grado, attraverso il sito dell’AdE, oppure avvalersi dei Caf autorizzati provvisti del visto di conformità per usufruire dell’assistenza fiscale.

Il contribuente che presenta il 730 tramite il CAF deve sottoscrivere la delega con la quale conferisce, ovvero non conferisce, mandato al CAF per l’accesso alla propria dichiarazione precompilata; Clicca qui per scaricare la delega.

Il contribuente che conferisce delega all’accesso e alla consultazione dei dati del 730 precompilato, sia che la stessa non venga, deve comunque presentare al CAF tutta la documentazione comprovante gli oneri detraibili e deducibili, le detrazioni e i crediti d’imposta, le ritenute subite, gli eventuali acconti versati, affiche il CAF (Centro autorizzato di assistenza fiscale) possa porre il “visto di conformità” nell’ elaborare il modello 730/Prec./Ord.

Il CAF provvederà a sua volta elaborare la dichiarazione e inviarla telematicamente all’Agenzia delle entrate, che inoltrerà in tempo utile il risultato contabile al sostituto d’imposta preposto ad effettuare il rimborso.

Successioni

La successione ereditaria rappresenta il passaggio del patrimonio attivo e passivo da un soggetto (deceduto) ad altri soggetti (eredi).

DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE
In presenza di immobili di proprietà del deceduto, deve sempre essere presentata la dichiarazione di successione, mentre occorre verificarne l’obbligo se esistono solo beni mobili.

La successione può essere:

  • legittima, se la persona deceduta non aveva fatto “testamento”: l’eredità si devolve agli eredi secondo il rapporto di parentela indicato dalla legge;
  • testamentaria, se il deceduto aveva predisposto un testamento: l’eredità si devolve alle persone e per le quote in esso indicate.

CHI DEVE PRESENTARE LA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE
La presentazione, che deve avvenire entro un anno dal decesso, deve essere effettuata da uno degli eredi.

In presenza di più eredi non è prevista una gerarchia nell’obbligo dichiarativo: la dichiarazione presentata da uno ha effetto per tutti gli eredi.

Il decesso di una persona presuppone per gli eredi anche altri adempimenti di varia natura quali ad esempio:

  • passaggio di proprietà dell’autoveicolo;
  • cambio di intestazione delle utenze;
  • accolli di mutuo;
  • chiusura posizioni bancarie/assicurative;
  • subentro nei contratti di locazione;
  • dichiarazione dei redditi e pagamento IMU-TASI del deceduto.
12